Indirizzo: Via Pansini, 3 - 70124 Bari     Telefono: 080 5618272     Fax: 080 5096924     Email: baic81300t@pec.istruzione.it    

PROVE INVALSI CLASSI TERZE ANNO SCOLASTICO 2017-18

News    0 Commenti     28/03/2018

Il D.L. n. 62/2017 ha modificato l’impianto degli Esami conclusivi del primo ciclo.

Una delle sue principali novità riguarda la somministrazione e lo svolgimento delle prove Invalsi come condizione necessaria per l’ammissione agli esami finali del primo ciclo.

Alle consuete prove Invalsi di italiano e di matematica si è aggiunta la prova di lingua inglese.

La valutazione del livello di competenze raggiunto nelle tre prove sarà restituito da Invalsi alle scuole e alle famiglie in una fase successiva, ma non inciderà sul voto finale dell’esame.

Le tre prove si svolgeranno in un arco temporale già stabilito da Invalsi, ossia dal 5 al 21 Aprile 2018, e saranno tutte computer based.

In considerazione del vincolo imposto dalla legge per la partecipazione agli esami, risulta di notevole importanza garantire la presenza a scuola degli studenti e delle studentesse delle terze classi nel periodo su indicato.

A tal scopo i docenti coordinatori delle classi terze comunicheranno le date di svolgimento delle tre prove accertandosi che gli studenti e le studentesse le abbiano riportate scritte sul diario e verificando l’avvenuta lettura da parte dei genitori/tutori attraverso la presenza delle firme.

Esclusivamente in caso di gravi, comprovati e certificati motivi, potrà essere programmata – d’intesa con Invalsi ed esclusivamente nella finestra temporale dal 23 al 28 Aprile 2018 – una sessione suppletiva delle prove.

Si ribadisce che lo svolgimento delle prove INVALSI è condizione obbligatoria per l’ammissione agli esami di fine ciclo.

Per l’importanza dell’argomento, si auspica la massima collaborazione da parte di tutte le parti interessate.

Bari, 28 marzo 2018                                                       La Dirigente Scolastica

.                                                                                    Dott.ssa Manuela Baffari

Lascia un commento

Torna all'inizio dei contenuti